Chadwick Boseman potrebbe vincere un Oscar postumo

Il compianto protagonista di Black Panther potrebbe ancora entrare nella storia del cinema grazie al suo ultimo ruolo

Chadwick Bosman oscar postumo

Chadwick Boseman, l’attore che ha impersonato Black Panther nel Marvel Cinematic Universe, morto lo scorso agosto all’età di 43 anni per un cancro al colon, potrebbe entrare nella storia degli Oscar e del cinema.

L’ultimo film di cui è protagonista, Ma Rainey’s Black Bottom, arriverà su Netflix il prossimo 18 dicembre, ma le prime recensioni già parlano di una sicura candidatura all’Academy per la sua interpretazione.

Ma Rainey’s Black Bottom è tratto dalla commedia di August Wilson che racconta la storia della “Madre del Blues” Ma Rainey (Viola Davis) e del suo rapporto con i manager musicali bianchi negli anni Venti del secolo scorso. Il film è ambientato a Chicago nel 1927 ed è principalmente incentrato sulle discriminazioni perpetrate dai produttori musicali nei confronti degli artisti di colore, che venivano sfruttati e spremuti raccogliendo solo le briciole, nonostante riscuotessero un enorme successo.

Boseman interpreta nel film il trombettista Levee, un artista alla ricerca del suo posto nel panorama musicale. La sua performance ha scatenato reazioni entusiaste e commosse, e già si parla di Oscar postumo.

Netflix ha in effetti già da tempo confermato che supporterà la candidatura di Chadwick Bosman come migliore attore protagonista per questo film, ma anche come migliore attore non protagonista per il film di Spike Lee Da 5 Bloods, arrivato sulla piattaforma a giugno.

Se Bosman venisse candidato come migliore protagonista si tratterebbe della prima nomination postuma da quella di Massimo Troisi per Il postino nel 1995. Nella categoria non protagonista bisogna tornare indietro al 2008, quando Heath Ledger vinse per il suo Joker de Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan. Prima di lui solo il grande attore britannico Ralph Richardson era stato candidato nella categoria dopo essere scomparso, ma senza aggiudicarsi la statuetta per il suo ruolo in Greystoke di Hugh Hudson, dove recitava al fianco di Christopher Lambert.