Cloris Leachman, svelate le cause della morte

Tra le cause che hanno portato alla sua morte anche il COVID-19

Il 27 gennaio si spegneva all’età di 94 anni Cloris Leachman, una delle più grandi attrici della storia del cinema, della televisione e del teatro americano. A distanza di quasi un mese dalla sua scomparsa, è stato reso noto il suo certificato di morte, diffuso da un portavoce dell’ufficio del medico legale della contea di San Diego.

Cloris Leachman è morta a causa di un incidente cerebrovascolare, più comunemente noto come ictus. Dalle analisi risultava, inoltre, che la donna aveva combattuto il COVID-19: anche il virus, seppur non come causa principale, aveva contribuito in maniera significativa all’aggravarsi delle sue condizioni. La Leachman è stata cremata il giorno 7 febbraio e i suoi resti sono conservati nella residenza di sua figlia Dinah Englund a Encinitas, California.

È stato un privilegio lavorare con Cloris Leachman, una delle attrici più impavide del nostro tempo” aveva commentato la sua manager, Juliet Green, all’annuncio della scomparsa. “Non c’era nessuno come Cloris. Con un solo sguardo aveva la capacità di spezzarti il cuore o di farti ridere fino alle lacrime. Non sapevi mai cosa Cloris avrebbe detto o fatto e questa imprevedibilità era parte della sua magia senza pari”.