Festa del Cinema di Roma: tutto sulla prima giornata

Arriva Edward Norton e il red carpet della Festa del Cinema di Roma si accende. Centinaia di persone hanno atteso per ore l’arrivo dell’attore e regista americano nella Capitale per presentare il suo Motherless Brooklyn – I segreti di una città. Il film che Norton ha diretto, scritto, prodotto e interpretato, ha aperto ufficialmente la 14esima edizione della manifestazione e ad attendere l’arrivo del tre volte premio Oscar sul tappeto rosso c’erano il direttore artistico della Festa del Cinema di Roma Antonio Monda e Laura Delli Colli, Presidente della Fondazione Cinema per Roma. Ma l’attore non ha fatto neanche in tempo a scendere dalla Mazda, auto ufficiale del festival, che lo ha accompagnato ai piedi del red carpet, che la folla ha iniziato ad accalcarsi sulle transenne urlando il suo nome. Tutti a caccia di una foto, un selfie, un autografo. Alcuni hanno portato anche dei vecchi poster di Fight Club, il film del 1999 che lo vedeva protagonista insieme a Brad Pitt.

Guarda la gallery con le foto del primo giorno alla Festa del Cinema di Roma!

Ma Norton non è stata l’unica star sul primo tappeto rosso della Festa del Cinema. John Turturro ha ricevuto, pochi minuti prima, la stessa calorosa accoglienza di mercoledì, quando aveva presentato, in preapertura della manifestazione, il suo nuovo film Jesus Rolls – Quintana è tornato!. Il regista Wes Anderson è arrivato insieme all’amico Bill Murray (al quale consegnerà il premio alla carriera) e, sempre in coppia, hanno avanzato sul red carpet scherzando e prestandosi alle foto con il pubblico.

La regina di eleganza della prima giornata della Festa è stata Maria Grazia Cucinotta, in completo nero con pantaloni di paillettes: l’attrice si è trattenuta per più di dieci minuti ai bordi del tappeto rosso con i fan per fare autografi e selfie. Il regista Carlo Vanzina aveva invece cercato di passare inosservato entrando da un ingresso laterale, ma è stato ugualmente fermato e fotografato dagli ammiratori.

Più schivo è stato invece il regista Ethan Coen che nel pomeriggio è stato protagonista del primo degli “Incontri ravvicinati” con il pubblico: ha concesso solo qualche firma sulle copie del dvd de Il Grande Lebowski che in molti avevano portato. Il cinema italiano ha preso il centro della scena di Alice nella città – sezione autonoma della Festa del Cinema di Roma. A Casa Alice Giuseppe Tornatore ha ripercorso con il pubblico i passaggi in sala, il successo nei festival e infine l’Oscar del suo “Nuovo Cinema Paradiso”.

Maria Teresa Squillaci

(Photo Contributor: Andrea Algieri)